Focus On: la Lista Componenti – Part List

In questo numero il Product Marketing presenta un approfondimento sulla classificazione delle informazioni e la creazione della Lista Componenti.

 

Un aspetto fondamentale nella progettazione esecutiva di un assieme consiste nella gestione dei dati di prodotto: si tratta di tutte quelle informazioni, chiamate in gergo metadati, che, collegate al modello digitale, permettono la gestione ed il riconoscimento dei particolari progettati.
Il riutilizzo dei metadati si estende in tutte le fasi successive alla progettazione, che vanno dall’acquisto delle materie prime per la produzione fino alle attività di post vendita. La codifica del particolare, la creazione della lista parti tecnica o la codifica dei disegni esecutivi sono attività con cui il progettista si deve confrontare giornalmente. I sistemi PLM, se interfacciati ai programmi di authoring per la produzione di documentazione tecnica, sono il sistema ideale per formalizzare, controllare e distribuire le informazioni.
Ma quando nascono queste informazioni e, soprattutto, qual è il momento più opportuno per immetterle in un sistema?

In azienda sono molteplici i fruitori delle informazioni di prodotto, spesso sottoposte poi a modifiche ed integrazioni. Vi sono molte variabili, come le dimensioni dell’azienda o la sua organizzazione, ma un dato è certo: è il progettista, nel momento in cui crea un particolare, che “ha in le chiavi mano” di ciò che sta progettando e deve iniziare a classificare le informazioni per poterle condividere quanto prima.
La progettazione è quindi il momento ideale per iniziare ad assegnare informazioni ai particolari progettati…ma con quali sistemi?

Un assieme 3D si organizza attraverso una struttura gerarchica di particolari, definiti in ThinkDesign come componenti. L’utente può usufruire di una configurazione preimpostata di metadati, e ad ogni componente può assegnare informazioni standard già disponibili come Codice, Descrizione, Unità di misura, Tratt. Termico – tipiche ad esempio di un particolare meccanico. Attraverso la funzione ‘Modifica proprietà componente‘ (Edit Part Properties), è possibile classificare le informazioni di ogni componente dell’assieme, uno alla volta.

 

1.1_Part_list

 

Nelle ultime versioni di ThinkDesign, il processo di assegnazione delle informazioni può essere fatto direttamente nell’assieme 3D, anche attraverso la ‘Lista Componenti‘ (Part List). La Lista Componenti permette di navigare tra i metadati in una tabella, consentendo la completa visione di tutti i componenti presenti nell’assieme, semplificando e velocizzando ulteriormente la fase di assegnazione delle informazioni. Ogni riga della tabella rappresenta un componente.

 

 

In questo modo, in uno stadio più o meno avanzato dell’assieme, il progettista può iniziare a prendere nota e ad assegnare le informazioni ai componenti, seguendo un processo che è molto simile alla compilazione della Lista Componenti su di un foglio elettronico.
La semplicità di utilizzo della tabella della Lista Componenti favorisce anche l’inserimento dei dati da parte del progettista, che non deve necessariamente delegare questa attività alla fase finale – in cui dovrebbe usare strumenti differenti -, risparmiando quindi tempo e limitando gli errori.
Il modello 3D rende disponibili alcune informazioni, quali peso, lunghezza di taglio o dimensioni di ingombro del particolare, fornendo indicazioni utili per compilare in maniera opportuna la distinta per le materie prime da acquistare.

 

 

La Lista Componenti consente di elencare i singoli componenti con numerazioni sequenziali, in ordine alfabetico o in base alla selezione, permettendo una classificazione automatica. Inoltre, la multiselezione permette di evidenziare i diversi componenti nel modello 3D, facilitandone la ricerca e la visualizzazione nel modello stesso.

 

1.4_Part_list

 

La Lista Componenti mette a disposizione delle funzionalità per esportare i metadati raccolti di ogni singolo componente dell’assieme direttamente su un file ASCII in formato CSV; i dati esportati possono essere poi processati da MS Excel (o programmi simili) per formattare e organizzare la reportistica, in modo da ottenere liste materiali e distinte particolari.

Il processo di assegnazione delle informazioni di prodotto attraverso la Lista Componenti non ha l’obiettivo di sostituirsi ad un sistema PLM. Solo quest’ultimo, infatti, è in grado di fornire l’infrastruttura per validare i dati inseriti evitando duplicazioni o utilizzando gli automatismi di autocodifica e controllo. Tuttavia, esso può essere un valido strumento per velocizzare la fase di inserimento dei dati di prodotto – o per anticiparla già negli stadi iniziali del progetto o durante lo studio dell’assieme -, permettendo poi il riutilizzo delle informazioni nella fasi successive e migliorando di conseguenza anche la comunicazione tra il progettista ed il particolarista fino alla fasi finali del progetto.

 

 

Customer Care
Italiano