Inside think3: 3 domande a William Marchesini

Riprende la nostra rubrica “Inside think3” con le consuete tre domande a uno dei protagonisti del mondo think3.

 

In questo numero incontriamo William Marchesini che si occupa – praticamente da sempre – di Interfaccia Utente dei prodotti think3. Con più di vent’anni di esperienza nella progettazione e sviluppo software, il lavoro di William si è concentrato negli ultimi tempi in particolare sull’interfaccia di ThinkDesign, con la creazione di ben più di 7.000 bitmap inserite nel prodotto.

 

William, puoi raccontarci quali sono i compiti che un esperto di Interfaccia Utente deve svolgere?

Volentieri! Il mio obiettivo, la mia mission, consiste nel nascondere tutte le complessità intrinseche legate al funzionamento dell’applicazione, consentendo all’utente di eseguire i comandi e di lavorare nel modo più semplice e naturale possibile.

Una buona UI dovrebbe derivare da un attento ed equilibrato bilanciamento di numerose caratteristiche: deve essere infatti intuitiva, configurabile, flessibile, ergonomica, conforme agli standard. Chi si occupa di UI deve avere una visione globale per garantire la coerenza all’interno del prodotto. Si tratta di un compito difficile quando si ha a che fare con sistemi in costante evoluzione come i CAD 3D, che si distinguono per essere tra i più complessi nel panorama dei programmi software.

Un buon UI designer deve essere predisposto all’ascolto e al dialogo, che implicano mettere sempre in discussione ciò che si fa e ciò che è stato fatto poiché tutto è perfettibile. Fondamentale è immedesimarsi nell’utente e cercare di pensare con la sua testa: anche piccoli cambiamenti riguardanti la posizione di un comando o la sostituzione di una bitmap possono avere un impatto enorme sulle persone che usano il prodotto quotidianamente.

 

Come è cambiato ThinkDesign negli ultimi anni? E quali sono state le reazioni da parte degli utilizzatori?

Negli ultimi anni il riassetto societario ha permesso una maggiore coesione tra i vari settori aziendali ed ha consentito il consolidamento del canale diretto tra utenti finali e Ricerca & Sviluppo, che ha così modo di venire a conoscenza molto prima di esigenze ed eventuali segnalazioni su ThinkDesign. D’altronde, think3 ha sempre avuto a cuore la collaborazione con gli utilizzatori dei suoi prodotti, al fine di garantirne un’alta qualità e la soddisfazione delle reali esigenze operative.

In generale i cambiamenti non sono mai accolti a braccia aperte, per questo è necessario prestare attenzione a cosa si propone agli utenti: deve sempre trattarsi di qualcosa che rappresenta un evidente valore aggiunto.

Per esempio, quando tempo fa abbiamo fatto un restyling delle bitmap, dando all’interfaccia un look and feel più appropriato, abbiamo comunque lasciato ai nostri clienti la possibilità di decidere con quale dei due tipi di icone lavorare. Nonostante non fossero state apportate modifiche al layout dell’interfaccia, c’è chi ha preferito andare avanti ad utilizzare le vecchie icone!

 

Che cosa ha in serbo il futuro per l’UI di ThinkDesign?

A brevissimo con ThinkDesign 2015 sarà disponibile il nuovo “Esplora Documenti”, che non sarà più necessariamente fisso e ancorato alla sua posizione iniziale.

Questa novità contribuirà a migliorare l’Interfaccia Utente e consentirà di interagire più facilmente con le varie finestre della Struttura Modello, dei Livelli, delle Annotazioni, dei Contrassegni e del Rendering. Il nuovo “Esplora Documenti” potrà essere sganciato dalla finestra in cui sono aperti il modello o la tavola su cui si sta lavorando e trascinato fuori, addirittura su un secondo monitor. L’utente avrà quindi la massima libertà nell’organizzare l’ambiente di lavoro e potrà sfruttare al massimo l’area grafica a disposizione, anche nelle modalità full-screen o dual monitor. L’obiettivo è rendere ThinkDesign uno strumento sempre più potente e flessibile rispetto al passato.

Per quanto avverrà in futuro, sono vincolato al segreto industriale e non posso rilasciare alcuna dichiarazione in merito 😉

Posso però dire due cose. La prima è che, se dobbiamo parlare di futuro, è necessario fare un tuffo nel passato. ThinkDesign è stato, fin dagli eroici tempi di CadLab, un prodotto all’avanguardia, in grado di anticipare le mode del settore tanto che, all’epoca, alcuni competitor copiarono addirittura alcune bitmap dei comandi inseriti nelle prime versioni del nostro CAD!
L’intenzione è di procedere su questa strada, stare al passo con i tempi e, se possibile, anticiparli.

La seconda è che negli ultimi anni l’Interfaccia Utente ha assunto un ruolo sempre più incisivo nello sviluppo delle applicazioni: non si tratta solo di una questione estetica, ma di un elemento che influenza fortemente tutta la progettazione del prodotto. Per questo, think3 avrà sempre un occhio di riguardo verso questa tematica, riservando la massima cura allo sviluppo della migliore Interfaccia Utente per le future versioni di ThinkDesign.

 

 

Customer Care
Italiano